380mila euro per gli imprenditori agricoli della Locride

Il Gal Terre Locridee ha pubblicato, il 7 gennaio 2019, il bando rivolto agli imprenditori agricoli singoli o associati per interventi localizzati nel territorio di Agnana Calabra, Antonimina, Ardore, Benestare, Bianco, Bivongi, Bovalino, Camini, Canolo, Caraffa del Bianco, Careri, Casignana, Caulonia, Ciminà, Gerace, Gioiosa Ionica, Grotteria, Locri, Mammola, Marina di Gioiosa Ionica, Martone, Monasterace, Pazzano, Placanica, Platì, Portigliola, Riace, Roccella Ionica, Samo, San Giovanni di Gerace, San Luca, Sant’Agata del Bianco, Sant’Ilario dello Ionio, Siderno, Stignano, Stilo.

Sono disponibili 380mila euro – PSR Calabria 2014-2020, Misura 4.2 – per “Sostegno ad investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli”, “intesi a promuovere e sostenere, nell’area del GAL Terre Locridee, gli investimenti che agiscono nelle fasi della trasformazione, commercializzazione e vendita dei prodotti agricoli, sostenendo le aziende nell’introduzione di tecniche di innovazione tecnologica, organizzativa e logistica dei cicli di lavoro.

Agevolazioni alle pmi per macchinari innovativi

Con l’agevolazione Macchinari Innovativi per pmi – micro, piccole e medie imprese – delle regioni del Sud (Calabria, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia) il Ministero dello sviluppo economico si pone l’obiettivo di sostenere la realizzazione di programmi di investimento diretti a consentire la transizione del settore manifatturiero verso la “Fabbrica intelligente”.
La misura sostiene gli investimenti innovativi che consentono l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, favorendo l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali, per una dotazione finanziaria complessiva di 341.494.000 euro.

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. Il finanziamento agevolato deve essere restituito dall’impresa beneficiaria senza interessi in un periodo della durata massima di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni. Le agevolazioni, articolate in relazione alla dimensione dell’impresa, sono erogate dall’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia, a cui sono demandate le relative attività istruttorie.

Dal 9 gennaio 2019 le imprese interessate possono verificare il possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, dal 15 gennaio possono compilare la domanda di accesso, dal 29 gennaio inviare la domanda di accesso alle agevolazioni. Per notizie più dettagliate, FAQ, modulistica e accesso alla procedura informatica il link è: “Macchinari innovativi” del sito web del Ministero dello Sviluppo Economico.