un momento della lavorazione: il succo di Patamia

Era il 1886 quando Girolamo Patamia inizia a Melito di Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria un’attività artigianale di estrazione olio essenziale di bergamotto con sistemi manuali. Nei primi anni del Novecento la ditta trova l’attuale sede, sviluppata poi – con sistemi moderni per l’epoca – dal figlio Salvatore Patamia, per molti anni sindaco della cittadina. Venuto a mancare Salvatore nel 1920, l’attività prosegue e viene ampliata dal figlio Igino Patamia, che inizia la produzione di citrato di calcio ed alcool etilico dal succo di bergamotto.

Nel 1947 si decide di dare una svolta ed ampliare l’attività acquistando dalla ditta Boltri un essiccatoio verticale a piani da adibire alla produzione di fibra grezza di bergamotto essiccata atta all’estrazione di pectina. Nel 1954 viene ampliata la linea dedicata all’essiccazione per pectina con l’acquisto di un essiccatoio rotativo Vernon che permette all’azienda di iniziare ad affacciarsi sul mercato internazionale delle scorze essiccate per pectina, collocando l’azienda, negli anni ’70, al primo posto in Europa per quantità di scorze essiccate. In quegli stessi anni – morto Igino nel 1966 – l’azienda passa nelle mani del figlio Salvatore. Il trend positivo si incaglia negli anni ’90 a causa della concorrenza dei paesi del Sudamerica: la famiglia chiude l’azienda, ma rimane sempre nel settore come punto d’incontro tra i produttori di derivati agrumari siciliane e le aziende estere produttrici di pectina.

L’ottenimento di fibra grezza essiccata – destinata ai produttori di pectina – viene effettuata recuperando gli scarti provenienti da aziende produttrici di olio essenziale, succhi e derivati (principalmente di bergamotto). Durante il processo di lavorazione viene generato un “succo tecnico”, destinato all’industria di prodotti nutraceutici.
Lorena Venier, amministratore unico di Patamia srl, ha le idee chiare: “è indubbio che la sinergia tra le realtà presenti nel territorio crei “sistema” e la presenza della nostra azienda sia rilevante al fine di chiudere il cerchio: produttore – trasformatore – recupero dello “scarto” dal trasformatore – fibra per pectina – prodotti nutraceutici”.

Via Milano 15, 89063 Melito Porto Salvo (Rc)